Intervista a Budda Tattoo

Budda

 

Intervista a  Budda Tattoo

Tatuatori.com : Ciao Budda, quando hai cominciato ad interessarti di tatuaggi ?

Budda : Ho iniziato ad appassionarmi ai tatuaggi già  da quattordicenne, quando provavo a tatuarmi con gli aghi da cucito di mia madre e l’inchiostro della bic… Ma è diventata una vera passione solo da maggiorenne, come e è giusto che sia, con la piena consapevolezza di quello che facevo.

Tatuatori.com  : Parlami del tuo stile e delle tue influenze artistiche….

Budda : Già da subito sono stato rapito dal fascino e la solidità dei tatuaggi polinesiani, da come vestono il corpo e
dall’importanza che assumono nella loro cultura, studiando la quale, negli anni, ho rivoluzionato anche il mio modo di tatuare e l’approccio con i clienti.
Purtroppo internet e le nuove tecnologie non hanno contribuito a diffondere questa cultura, anzi l’hanno resa  una mera speculazione commerciale.
I segreti sul tatuaggio polinesiano sono custoditi nei libri, che consiglio di acquistare e consultare a chiunque si avvicini a questi stili.
Tatuatori.com  : Esegui solo lavori nel tuo stile o cerchi do soddisfare idee del cliente anche se non ti rispecchiano come artista ?
Budda : Eseguo tutti i generi di tatuaggi tribali. Gli stili che eseguo più spesso sono il polinesiano moderno (tahitiano) che e’ un mix tra gli stili tradizionali polinesiani, e gli stili tradizionali appunto :  marchesano, samoano, hawaiiano, maori.
Mi capita di eseguire anche pezzi più ornamentali come mandala e mendhi (lo stile indiano famoso per essere disegnato con henné), e disegni ipergeometrici.
Per i polinesiani uso solo inchiostro nero, e non inserisco elementi estranei come stelline, scritte, lettere o sfumature.
Credo che ogni tatuaggio debba essere unico ed irripetibile, quindi li disegno quasi sempre a mano libera direttamente sul cliente con dei pennarelli speciali a base d’acqua, seguendo le sue indicazioni, e non utilizzo assolutamente niente preso da internet o da altri artisti.
Tatuatori.com  : Quanto tempo dedichi al disegno e alla studio di tuoi pezzi ?
Budda : Molto, ma fortunatamente da quando lavoro free-hand non passo più le nottate a disegnare su carta.

Il mio supporto preferito ora e’ la pelle, ed il tempo che dedico alla progettazione del disegno lo condivido con il cliente che porterà il tattoo per il resto della vita, e che quindi deve assolutamente dire la sua.
Tatuatori.com  :  Quello del tatuaggio e’ un mondo in continua evoluzione, cosa e’ cambiato intorno a te da quando hai iniziato e in quale direzione pensi che stia andando il mondo del tatuaggio ?
Budda : Tutto. Quando ho iniziato era un mondo piccolo e di nicchia e visto male da tutti tranne da chi ne faceva parte. 15 anni fa farsi un tatuaggio era una scelta molto impegnativa, ora ci si tatua con molta più leggerezza e le mode rovinano un po’ la poesia di quest’arte, in compenso la qualità’ dei tatuatori , delle attrezzature e quindi dei tatuaggi stessi è aumentata esponenzialmente e continuerà ad aumentare in futuro.
Tatuatori.com  :  Parlami del processo creativo che ti porta al tatuaggio su pelle, di come preferisci lavorare, se
prepari bozze o disegni finiti su indicazioni del cliente, etc. etc
Budda : La prassi è sempre la stessa… non preparo niente prima, mi lascio ispirare dalle richieste del cliente, dalla parte del corpo che dedica a quel progetto e magari dalla musica che ascoltiamo in quel momento…
Già radendo e disinfettando la pelle intravedo le linee del corpo che vorrei seguire e quelle che vorrei cambiare. Mentre il cliente mi racconta cosa vuole simboleggiare o a chi lo vuole dedicare, io disegno la struttura del pezzo e poi i dettagli, a disegno finito il cliente ha qualche minuto per guardarsi allo specchio e familiarizzare col disegno, eventualmente modificarlo, il resto è solo routine: cercare di tatuarlo nel miglior modo possibile.
Tatuatori.com  :  Cosa diresti a chi vuol intraprendere la strada per diventare tatuatore/trice ?
Budda : Direi di farlo assolutamente perché è il mestiere più bello del mondo e dà grandi soddisfazioni, ma solo se si ha voglia di intraprendere una lunga strada in salita, dato che il mercato è saturo di tatuatori, ormai gli unici che riescono ad emergere sono quelli dotati di un proprio stile o quelli che hanno qualcosa di nuovo da proporre.
Tatuatori.com  :  Cosa pensi dei tanti reality e programmi televisivi dedicati al tatuaggio ?
Budda : Ormai sono diventati delle telenovelas, non li seguo più da tempo.
Tatuatori.com  :  Le prossime convention a cui parteciparai ?
Budda : Le mie tappe fisse saranno le International Tattoo Expò di Roma e di Trieste, ma spero di farne anche altre.
Chi fosse interessato ai miei tatuaggi può trovarmi anche all’Aseptic a Trento, al Nero di Seppia a Cattolica, al Luxury Tattoo a Grosseto, al Bonnie Tattoo a Perugia, al Fashion Tattoo a Pesaro, al Freak Doll Tattoo a Frascati, al Rocketqueen Tattooshop a Latisana (ud) , al Dynamite colors di Castiglione delle Stiviere (mn).
Tatuatori.com : Un pensiero finale per i lettori di Tatuatori.com ?
Budda : Grazie dell’opportunità, godetevi questo nuovissimo e bellissimo sito e naturalmente tatuatevi solo cose uniche !

Comments

comments

Leave a Reply